Archivio

Posts Tagged ‘investitura’

Carlo Magno, l’anarchia feudale,

settembre 19, 2011 Lascia un commento

Carlo magno ed il feudalesimo

ottobre 14, 2010 Lascia un commento

L’impero di Carlo Magno (il Sacro Romano Impero) era costiutuito da una pluralità di stati, in cui ciascuno conserva molte delle proprie leggi e istituzioni, a differenze dell’Impero Romano che era un vero ed unico stato. L’ordinamento politico amministrativo di Carlo Magno si fonda sul feudalesimo, che ebbe diffusione nell’antico impero carolingio e durò fino al sorgere dei liberi comuni. Dal punto di vista politico questo sistema rappresenta il frazionamento della sovranità e l’indebolimento dei poteri centrali del governo. In campo economico il feudalesimo segnò il sorgere di un’economia chiusa basata sull’agricoltura e sul baratto. Infine, in campo sociale, segnò la netta distinzione tra i feudatatri (grandi e piccoli proprietari terrieri) e la popolazione agricola sempre più povera (massari, servi della gleba, coloni). Il feudalesimo si fonda giuridicamente sui concetti di beneficio, vassallaggio e immunità. Qunado il re conquista delle terre per retribuire i suoi guerrieri concede il godimento di alcune terre; questa concessione è il beneficio che è personale, inalienebile ( non può essere venduto o ceduto a terzi) e vitalizio. Quindi il beneficiario ha l’usofrutto della terra (gode del bene e delle ricchezze che ne derivano come fosse suo) ma la proprietà rimane al re. In corrispondenza del beneficio ricevuto il beneficiato ,attraverso una cerimonia chiamata omaggio, gli giura fedeltà diventando suo vassallo. L’atto con cui il signore concede al suo vassallo il beneficio si chiama investitura. L’immunità viene concessa da Carlo il Calvo (887) con il Capitolare di Quierzy, quando al dinastia carolingia è al tramonto, insieme alla ereditarietà del beneficio ai feudi maggiori, infine concessa nella Costitutio de feudis anche ai feudi minori nel 1037 da Corrado II il salico. Così il feudatario non viene più nominato dal re, ma ottiene la terra in base al diritto ereditario. Quindi con l’immunità e l’ereditarietà si elimina ogni ingerenza del sovrano nella sfera del vassallo che può imporre tasse, battere moneta, ed è esente dal pagamento di tributi.

la stirpe carolingia

Il feudalesimo domande e risposte